Cottura della crostata nel forno ventilato

1
19168
Risposta breve

La crostata va cotta in forno ventilato preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti. La cottura in forno ventilato è particolarmente indicata per i dolci di pasta frolla: garantisce infatti un flusso di calore uniforme in tutto il forno e non secca eccessivamente la frolla.

- Pubblicità -

La crostata

La crostata è un dolce a base di farina, burro, zucchero e uova, semplice e molto amato nelle case di tutto il mondo.
Composta da una base di pasta frolla, può essere ricoperta con confetture, crema spalmabile alla nocciola, crema pasticcera o frutta fresca, e rifinita con sottili strisce di pasta frolla che formano il classico decoro a losanghe.

Cottura della crostata nel forno ventilato

I dolci di pasta frolla vanno cotti in forno ventilato: questo tipo di cottura garantisce un flusso di calore uniforme in tutto il forno e non secca eccessivamente la frolla.
La crostata non fa eccezione. Cuoce in forno ventilato a 180°C per circa 30 minuti.
La pasta frolla per la crostata, non contenendo lievito ma solo un pizzico di bicarbonato, non necessita di cotture lente e delicate come i lievitati (ad esempio le torte soffici), e può quindi essere cotta nel forno ventilato.

Ricetta della crostata alla marmellata

Dosi per uno stampo di 26 cm di diametro:
300 g di farina 00
150 g di zucchero
100 g di burro
1 uovo più un tuorlo
1 pizzico di bicarbonato
buccia di limone grattugiata
400 g di marmellata a piacere

La frolla si prepara innanzitutto disponendo la farina a fontana su un piano, e mettendo al centro lo zucchero, il burro freddo tagliato a tocchetti, le uova, la buccia grattugiata di un limone e un pizzico di bicarbonato.
Bisogna lavorare il tutto velocemente perché non si riscaldi troppo, fino ad ottenere un impasto omogeneo. Poi avvolgere il panetto nella pellicola trasparente e metterlo in frigo a rassodare per almeno mezz’ora.
A questo punto, si può togliere la pellicola e stendere la pasta frolla su un piano infarinato fino ad uno spessore di circa 3-4 mm
Con l’aiuto del mattarello infarinato, arrotolare la frolla e foderare uno stampo per crostate imburrato e infarinato. Ritagliare i bordi in eccesso, quindi aggiungere la marmellata preferita ricoprendo tutta la superficie.
Ritagliare delle striscioline di frolla di circa 1 cm e mezzo di larghezza e disporle diagonalmente sulla crostata, incrociandole per formare delle losanghe. Infine, con i rebbi della forchetta, sigillare bene i bordi delle striscioline alla frolla.
Infornare la crostata in forno ventilato preriscaldato a 180°C e farla cuocere per circa 30 minuti, controllando sempre che non si scurisca troppo. La crostata, anche se sembra ancora morbida quando viene estratta dal forno, a temperatura ambiente si rassoda ancora.

Consiglio: per una crostata più friabile, basta togliere dalle dosi indicate 50 grammi di farina 00 e aggiungere 30 grammi di maizena, togliere 50 grammi di zucchero e aumentare la quantità di burro di 20 grammi.

Sono Ottavia Bellia, fondatrice di questo blog e appassionata di cucina. Sono qui per condividere la mia esperienza nelle tecniche di conservazione degli alimenti e i miei consigli per una perfetta riuscita dei vostri piatti.
5 1 vota
Punteggio articolo
Iscriviti
Notificami
guest
1 Commento
Meno recenti
Più recenti I più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Sandro
Sandro
Marzo 5, 2021 6:16 pm

Utilissimo ! Sia per consigli che per prendere spunti e ricette !