Cottura delle uova sode

0
467
Risposta breve

Per preparare le uova sode basta immergerle in acqua già bollente e farle cuocere per 7 minuti; nel caso in cui l’acqua sia ancora fredda, bisogna calcolare circa 9 minuti. Per evitare che il guscio si crepi e l’albume fuoriesca, si può versare un cucchiaio d’aceto nell’acqua, oppure inserire una puntina da disegno alla base del guscio per allentare la pressione interna dell’uovo.

- Pubblicità -

Cottura delle uova sode

Le uova sode sono un pasto velocissimo e semplice, il primo che si impara da ragazzi. Cuocere le uova è fra le operazioni più semplici in cucina, tanto che davvero tutti ne sono capaci, ma anche per delle perfette uova sode non mancano i trucchi.

  • Innanzitutto, bisogna che le uova siano fresche; se si hanno dubbi sulla freschezza, basta immergerle in acqua: un uovo fresco va a fondo, mentre un uovo che non lo è più tende a galleggiare;
  • Immergere le uova quando l’acqua nel pentolino è già bollente invece che ancora fredda, aiuta a calcolare senza dubbi i tempi: basteranno circa 7 minuti (contro i 9-10 minuti se immerse in acqua fredda); inoltre, così facendo, l’albume si coagula meglio e sgusciare le uova sarà più semplice;
  • Aggiungere all’acqua dove bolliranno le uova un pizzico di sale renderà le uova più saporite: il guscio è poroso e assorbe i sapori;
  • Per scongiurare il rischio che il guscio si crepi in cottura facendo fuoriuscire l’albume, si può versare un cucchiaio d’aceto nell’acqua oppure inserire delicatamente una puntina da disegno alla base dell’uovo per allentare la pressione interna; versare un cucchiaino d’aceto nell’acqua può “riparare” un uovo crepato: l’aceto velocizza la coagulazione dell’albume e sigilla l’apertura;
  • Mettere le uova per qualche minuto sotto acqua corrente fredda, una volta cotte, blocca la cottura e facilita la rimozione del guscio;
  • Per sgusciare le uova basta schiacciare delicatamente la punta e partire da lì: il guscio verrà via senza frantumarsi troppo.

Altri modi di cuocere le uova

Uova barzotte

In questo caso l’albume è sodo ma il tuorlo è fondente, cioè semi-liquido.
Si preparano lasciando cuocere le uova per 6-7 minuti dal momento in cui l’acqua inizia a bollire.

Uova alla coque

E’ fondamentale che le uova siano freschissime, poiché l’albume è morbido e il tuorlo resta crudo. Vanno servite nel guscio, inserite in un apposito portauovo; si pratica un’apertura del guscio dalla punta e vi si immerge il pane o dei crostini. Si preparano lasciando le uova in acqua bollente appena 3 minuti e poi scolandole in acqua fredda.

Uova in camicia

Un’ottima alternativa al classico uovo alla coque. Bisogna per prima cosa versare nell’acqua un cucchiaio d’aceto e un pizzico di sale; quando l’acqua inizia a bollire, abbassare la fiamma e mescolare con un cucchiaio di legno sempre nello stesso verso per creare un vortice. Nel frattempo, aprire un uovo in una ciotola facendo attenzione a non rompere il tuorlo e versarlo delicatamente al centro del vortice. Sono necessari 2 minuti per far rapprendere l’albume, che racchiude il tuorlo semi-liquido: l’uovo in camicia è pronto.

Uova al tegamino

Scaldare un paio di cucchiai d’olio d’oliva in padella e versarvi delicatamente le uova, facendo attenzione che il tuorlo non si rompa. Cuocere per 3-4 minuti con coperchio perché l’olio non schizzi e condire a piacere con sale e pepe.

Uova strapazzate

Sbattere le uova in una ciotola con sale e pepe e versarle in padella, in cui si saranno fatti scaldare due cucchiai d’olio d’oliva. Continuare a mescolarle, a “strapazzarle” appunto, finché non si saranno rapprese. E’ possibile aggiungere alle uova sbattute del prosciutto o formaggio per delle uova strapazzate più saporite.

Omelette

Sbattere le uova in una ciotola insieme al latte e a un pizzico di sale, e poi versare in padella dove si sono fatti scaldare due cucchiai d’olio d’oliva. Coprire con un coperchio e cuocere a fiamma moderata. Quando la superficie dell’omelette è asciutta, ripiegarla su se stessa con l’aiuto di una spatola. Servire con prosciutto, formaggio o verdure.

Sono Ottavia Bellia, fondatrice di questo blog e appassionata di cucina. Sono qui per condividere la mia esperienza nelle tecniche di conservazione degli alimenti e i miei consigli per una perfetta riuscita dei vostri piatti.
0 0 voti
Punteggio articolo
Iscriviti
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti