Quali sono i pesci di allevamento

0
7434
Risposta breve

I pesci di allevamento crescono e si riproducono in bacini preparati e regolati, in misura variabile, dall’uomo; le specie ittiche più idonee all’allevamento sono quelle più adattabili e che si riproducono senza grosse difficoltà: carpe, salmoni, orate, branzini, ricciole, anguille, trote, tonni, oltre a crostacei e molluschi.

- Pubblicità -

Quali sono i pesci di allevamento

Al giorno d’oggi circa un terzo del pesce che viene venduto proviene da allevamenti. L’allevamento ittico (acquacoltura) consente di avere sulle nostre tavole pesci che costano meno, perché prodotti e commercializzati in quantità enormi. Se l’allevamento è di buon livello, non si noteranno grandi differenze nel gusto; l’importante è accertarsi che il pesce sia cresciuto in allevamenti nazionali e che la provenienza dai nostri mari sia indicata con precisione.
Questo perché gli allevamenti italiani somministrano ai pesci cibo con livelli lipidici contenuti e non troppo frequentemente nell’arco della giornata, con conseguente accrescimento equilibrato, simile a quello che avrebbero in natura; gli allevamenti stranieri, per accelerare i tempi di crescita, somministrano mangimi grassi, col risultato di avere pesci più grandi in minor tempo, a scapito di gusto e proprietà nutritive. Ecco perché il pesce allevato in mari nazionali costa più del pesce allevato in mari esteri.

Perché una specie ittica sia adatta all’allevamento deve avere due caratteristiche: capacità di adattamento e facilità di riproduzione. Il pesce d’allevamento viene infatti fatto nascere, riprodurre e vivere in lagune artificiali o gabbie in mare aperto.
Esistono due tipi di allevamento ittico:

  • estensivo: è quello con impatto ambientale minore. L’intervento umano si riduce alla preparazione dei bacini destinati ad accogliere i pesci, lasciando che crescano in modo naturale, senza somministrare cibo o antibiotici;
  • intensivo: l’intervento umano non si limita a preparare i bacini che accoglieranno le specie, ma si occupa anche della somministrazione di cibo e mangimi artificiali. E’ un sistema ad alto impatto ambientale perché l’uomo controlla costantemente valori come il pH dell’acqua, i livelli di ossigeno e di ammoniaca, la temperatura, la salinità e molti altri.

10 specie di pesce di allevamento

  1. Carpa
  2. Salmone
  3. Orata
  4. Spigola
  5. Ricciola
  6. Anguilla
  7. Trota
  8. Tonno
  9. Crostacei: aragoste, gamberi e mazzancolle
  10. Molluschi: cozze, ostriche e vongole.
Sono Ottavia Bellia, fondatrice di questo blog e appassionata di cucina. Sono qui per condividere la mia esperienza nelle tecniche di conservazione degli alimenti e i miei consigli per una perfetta riuscita dei vostri piatti.
5 2 voti
Punteggio articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti