Quanta farina per pasta fresca a persona

0
1370
Risposta breve

Per preparare la pasta fresca bisogna considerare circa 100 g di farina a persona. Per 4 persone, quindi, serviranno 400 g di farina 00 o di semola rimacinata di grano duro.

- Pubblicità -

Quanta farina per pasta fresca a persona

Orecchiette, tagliatelle, ravioli, tortellini se fatti in casa sono molto più buoni. Per preparare in casa la pasta fresca occorrono tempo e manualità, oltre alle giuste proporzioni per ottenere la consistenza perfetta.
Da Nord a Sud la ricetta per la pasta fresca cambia: al Nord si prepara generalmente con farina di grano tenero e uova, mentre nel Centro e nel Sud la ricetta prevede solo acqua e semola rimacinata di grano duro.

A prescindere dall’impasto scelto, le regole per la buona riuscita della nostra pasta fresca sono le stesse:

  1. la proporzione fra farina e uova è di 1 uovo ogni 100 g di farina;
  2. per ogni persona bisogna considerare 100 g di farina;
  3. nella variante senza uova, utilizziamo acqua tiepida (l’acqua dovrà essere metà del peso della farina);
  4. meglio lavorare la pasta lontano dalle correnti d’aria, che la fanno asciugare;
  5. una spianatoia di legno infarinata, con la sua superficie ruvida, è perfetta per impastare;
  6. la pasta deve essere lavorata energicamente per una decina di minuti sulla spianatoia, finché non diventa elastica;
  7. per evitare che la pasta fresca si attacchi in pentola, può essere utile aggiungere 1 cucchiaio d’olio extravergine di oliva all’acqua di cottura.

Come preparare la pasta fresca in casa

Generalmente l’impasto più utilizzato quando si prepara la pasta fresca in casa è quello all’uovo. Vediamo come prepararlo.

Dosi e procedimento per 4 persone

  • 400 g farina 00 (più quella per la spianatoia)
  • 4 uova
  • sale q.b.

Per cominciare, disponiamo la farina a “fontana”, aggiungiamo un pizzico di sale e rompiamo al centro le uova. Iniziamo a sbattere con una forchetta le uova, unendo poco per volta la farina dai bordi, finché non l’avremo messa tutta.

Quando il tutto comincia ad amalgamarsi possiamo iniziare a lavorare l’impasto con le mani. Impastiamo energicamente per almeno una decina di minuti e, quando l’impasto risulta ben liscio e omogeneo, formiamo una palla, avvolgiamola nella pellicola per alimenti e lasciamola riposare lontano da correnti d’aria per almeno mezz’ora.

Prendiamo una parte dell’impasto e cominciamo a stenderlo con un mattarello sulla spianatoia infarinata, partendo da centro in tutte le direzioni, fino a raggiungere lo spessore desiderato.

A questo punto la nostra pasta fresca può essere tagliata per ottenere il formato voluto oppure farcita con un tritato di carne, di pesce, con verdure (come gli spinaci) o un formaggio morbido (come la ricotta). Possiamo cuocerla anche subito perché non ha bisogno di riposare.

Volendo preparare la variante di pasta fresca senza uova, il procedimento è simile: basterà sostituire le uova con dell’acqua tiepida. L’acqua dovrà essere metà del peso della farina (per 200 g di farina serviranno 100 g di acqua).

Sono Ottavia Bellia, fondatrice di questo blog e appassionata di cucina. Sono qui per condividere la mia esperienza nelle tecniche di conservazione degli alimenti e i miei consigli per una perfetta riuscita dei vostri piatti.
5 2 voti
Punteggio articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti