Cottura pasta al forno: forno statico o ventilato?

0
4332
Risposta breve

La pasta al forno si cuoce in forno ventilato a 180°C. Il forno ventilato, infatti, assicura una cottura veloce e omogenea, che lascia i cibi fragranti fuori e più umidi all’interno. Se si dispone solo di un forno statico, basta aumentare la temperatura di 20°C.

- Pubblicità -

La pasta al forno

La pasta al forno è il primo piatto della domenica per moltissime famiglie italiane.
Amatissimo e tramandato di generazione in generazione, ne esistono molte varianti: col ragù, con le polpettine, con le melanzane, con l’uovo sodo e il prosciutto, in bianco coi funghi, o coi cavolfiori.

I segreti per una pasta al forno perfetta

Per prima cosa, la pasta dovrà essere scolata molto al dente, quasi dura, perché in forno continuerà a cuocere.
Bastano massimo 2 minuti se si tratta di pasta di semola di grano duro, pochi secondi se si utilizza la pasta all’uovo. Una volta scolata la pasta, passarla sotto l’acqua fredda bloccherà la cottura.
A questo punto, basta condire la pasta come preferiamo e aggiungere anche uova e provola per dare un tocco di sapore in più.
Il segreto per una pasta al forno speciale è l’utilizzo dei formaggi: provola e parmigiano si dovranno amalgamare agli altri ingredienti per creare un blocco unico e filante. La besciamella, meglio se fatta in casa, donerà quella cremosità che si scioglie in bocca.
L’ultimo strato dovrà essere di besciamella, parmigiano e, se vogliamo, qualche fiocchetto di burro.
Infine, attendere qualche minuto prima di ricavarne le porzioni e servirla, perché i formaggi si rapprendano un po’ e al taglio resti anche bella da vedere.

Cottura pasta al forno: forno statico o ventilato?

La pasta al forno si cuoce in forno ventilato a 180°C per circa 20 minuti.
Il forno ventilato assicura una cottura più veloce e omogenea, che lascia i cibi fragranti fuori e più umidi all’interno.
Se si dispone di un forno statico, basta aumentare la temperatura di 20°C.
Infine, farla gratinare per qualche minuto sotto il grill, per ottenere un’invitante crosticina dorata. Può, volendo, essere preparata in anticipo e scaldata prima di servirla: sarà anche più buona.

 

Sono Ottavia Bellia, fondatrice di questo blog e appassionata di cucina. Sono qui per condividere la mia esperienza nelle tecniche di conservazione degli alimenti e i miei consigli per una perfetta riuscita dei vostri piatti.
5 1 vota
Punteggio articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti