Cos’è la panna liquida

0
3879
Risposta breve

La panna liquida è composta da latte vaccino, crudo e intero, con aggiunta di una porzione grassa extra. Contiene fra il 30% e il 40% di lipidi, e la restante parte è costituita da acqua, lattosio, vitamine e sali minerali. Può essere usata sia in pasticceria (zuccherata) che in cucina.

- Pubblicità -

Cos’è la panna liquida

La panna fresca liquida è un prodotto del latte di vacca che subisce un’aggiunta di porzione lipidica. Come? La componente grassa viene estratta dal latte tramite affioramento, centrifugazione e estrazione del siero e poi aggiunta al latte intero e crudo (che da solo non ha più del 3,5% di grassi).
La panna liquida contiene quindi molti grassi (trigliceridi e colesterolo), dal 30% al 40%; ma anche acqua e molecole idrosolubili: lattosio, vitamine del gruppo A e sali minerali (calcio e fosforo).
La panna fresca liquida può essere montata: le proteine caseine della panna intrappolano l’aria, consentendo una notevole stabilità. Inoltre, rispetto alla panna da cucina, che comunque spesso viene utilizzata in sostituzione della panna liquida, non contiene additivi e ha una componente grassa maggiore.
Può essere utilizzata:

  • in pasticceria (zuccherata): viene aggiunta agli impasti delle torte per conferire morbidezza o eventualmente montata;
  • in cucina (al naturale): viene aggiunta a vellutate e salse per conferire cremosità e un sapore più morbido.

Panna cotta

Vediamo ora come preparare un dolce semplicissimo e molto amato: la panna cotta.
Procedimento e dosi per 4 persone:

  • 500 ml di panna fresca liquida
  • 1 baccello di vaniglia
  • 80 g zucchero
  • 2 fogli di colla di pesce
  • 4 stampini

Far ammorbidire la gelatina in fogli in acqua fredda per 10 minuti. Nel frattempo, in un pentolino versare la panna liquida, il baccello di vaniglia inciso e lo zucchero. Portare a ebollizione, spegnere la fiamma ed estrarre il baccello. Scolare e strizzare delicatamente la gelatina e mescolarla alla panna nel pentolino. Mescolare finché non ci sono più grumi. A questo punto, versare la panna cotta negli stampini e riporli in frigorifero per 4 ore.
Una volta rassodata, sformarla e guarnirla a piacere con cioccolato fuso, frutti di bosco o caramello.

 

Sono Ottavia Bellia, fondatrice di questo blog e appassionata di cucina. Sono qui per condividere la mia esperienza nelle tecniche di conservazione degli alimenti e i miei consigli per una perfetta riuscita dei vostri piatti.
0 0 voti
Punteggio articolo
Iscriviti
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti