Come mangiare il mango

0
888
Risposta breve

Il mango, grazie alla sua polpa soda e acidula, può essere consumato in macedonie, succhi di frutta, centrifughe, gelati, sorbetti, frappè e smoothies. Ma anche grigliato, essiccato, conservato sott’olio e sott’aceto, ridotto in marmellata o aggiunto a salse speziate.

- Pubblicità -

Il mango

Il mango è il frutto di una pianta appartenente alla famiglia delle Anacardiaceae autoctona dell’Asia meridionale, ed è uno dei frutti più apprezzati e più utilizzati in cucina.
E’ ricco di vitamine (soprattutto C), sali minerali (soprattutto potassio e magnesio), fibre solubili, beta-carotene, polifenoli antiossidanti, una piccola quantità di Omega 3 e Omega 6, ma ha anche un valore energetico medio-alto, fornito prevalentemente da carboidrati solubili.
Non va conservato in frigorifero ma tenuto a temperatura ambiente. Una volta tagliato, va coperto con la pellicola alimentare e riposto in frigo fino ad un massimo di 3 giorni.

Come mangiare il mango

Il mango ha una polpa dolce e leggermente acidula e una consistenza soda. Si presta ad essere impiegato in macedonie, succhi di frutta, centrifughe, gelati, sorbetti, frappè e smoothies.
Il mango non è adatto solo a dolci e bevande, però. Vediamo come si mangia il mango nel mondo:

  • può essere aggiunto nelle insalate o abbinato a carne o pesce (soprattutto gamberi, tonno o salmone) come nelle tartare o nel poké, il tipico piatto hawaiano a base di pesce crudo;
  • è ottimo tagliato in due parti e cotto alla griglia;
  • col mango si prepara lo “sticky rice”, il tipico dessert thailandese composto da una base di riso cotto nel latte di cocco, con un dolcissimo topping di mango fresco;
  • nelle Filippine si consuma il mango acerbo insieme al “bagoong”, una salsa di pesce;
  • in Asia è molto diffuso il “mangorind”, mango maturo secco in fette abbinato a semi di tamarindo;
  • col mango maturo si prepara il “mango lassi”, una salsa diffusa in Asia a base di mango maturo e latte “grasso” (una crema di latte e zucchero);
  • in India col mango tagliato finemente si prepara una conserva (“chunda”);
  • cotto e acerbo, il mango è un ingrediente del “chutney”, una salsa vegetale piccante;
  • si può fare un’ottima marmellata col mango maturo;
  • il mango può essere conservato sott’aceto, sott’olio o sotto spirito;
  • col mango si prepara una bevanda rinfrescante detta “panha”;
  • il mango cotto si utilizza nella preparazione di piatti a base di “dhal” (una zuppa di lenticchie) e si accompagna solitamente con peperoncini verdi;
  • con mango, zucchero e latte si prepara l’“amras”, un succo denso che si serve con pane o riso;
  • il mango acerbo crudo, insieme a peperoncino in polvere, senape in polvere, semi di fieno greco in polvere, olio di semi di arachide e sale, serve a preparare una salsa dal sapore acre, la “andhra aavakaaya”;
  • può essere essiccato e polverizzato (“amchur”);
  • disidratato e aggiunto a muesli e avena, il mango può essere consumato durante la prima colazione.
Sono Ottavia Bellia, fondatrice di questo blog e appassionata di cucina. Sono qui per condividere la mia esperienza nelle tecniche di conservazione degli alimenti e i miei consigli per una perfetta riuscita dei vostri piatti.
5 1 vota
Punteggio articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti