Perché la marmellata esce dalla crostata

0
4589
Risposta breve

La marmellata esce dalla crostata quando è troppo liquida o è stata aggiunta in quantità eccessive. Col calore si fluidifica e fa le bolle, fuoriuscendo fra le losanghe e rovinando la decorazione.

Perché la marmellata esce dalla crostata

La crostata è un dolce casalingo semplice e molto amato: friabile pasta frolla farcita con marmellata, confettura, nutella, frutta o ricotta, le varianti sono molte e tutte buonissime.
Una crostata che sia gradevole al palato, oltre alla scelta della farcitura, deve mantenere anche un certo equilibrio fra lo spessore della base di frolla e quello della marmellata (o altro).
Una crostata non troppo secca, che resta morbida anche dopo la cottura, ha infatti la giusta quantità di marmellata. Quindi, non lesinate con la farcitura.
Talvolta, però, la marmellata esce dalla crostata. Vediamo perché:

- Pubblicità -
  • troppa marmellata rischia di fuoriuscire durante la cottura, perché col calore fa le bolle, rovinando la caratteristica decorazione a losanghe.
    Per evitare che questo succeda, oltre a dosare opportunamente la farcitura, basta che le decorazioni siano abbastanza sottili (un paio di millimetri sono sufficienti) e quindi leggere, e non finiscano dentro la marmellata durante la cottura.
  • Un altro motivo per cui la marmellata esce dalla crostata durante la cottura è quando è troppo liquida. Col calore fluidifica maggiormente, andando a macchiare la decorazione di pasta frolla.
    Quando si sceglie la marmellata o la confettura da utilizzare, bisogna tenere in considerazione il fatto che le marmellate a base di succo d’agave (le marmellate biologiche spesso lo sono) sono più liquide di quelle a base di zucchero. Queste ultime, infatti, con la cottura rimangono più dense, e sono preferibili per ottenere una crostata senza sorprese.

Come fare se la marmellata è troppo liquida?
Il consiglio è quello di utilizzare un colino per setacciarla per eliminare i liquidi in eccesso. Alcune confetture (come albicocche, arance, fragole e pesche) si setacciano con facilità, altre si dovranno lavorare un po’ più a lungo, ma il risultato sarà una crostata friabile e non troppo umida.

Sono Ottavia Bellia, fondatrice di questo blog e appassionata di cucina. Sono qui per condividere la mia esperienza nelle tecniche di conservazione degli alimenti e i miei consigli per una perfetta riuscita dei vostri piatti.
0 0 voti
Punteggio articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti