Frutta senza scorie

0
7437
Risposta breve

La frutta andrebbe preferibilmente evitata tutta, soprattutto quella filamentosa, o almeno privata di buccia e semi. Alcuni tipi di frutta senza scorie sono la mela (sbucciata e privata di torsolo e semi), la banana, l’albicocca, la susina, l’anguria, il melone giallo.

- Pubblicità -

La dieta senza scorie

Seguire un regime alimentare privo di scorie significa ridurre il più possibile l’apporto di fibre alimentari nella propria dieta. Nonostante le fibre siano, infatti, importanti per la salute dell’intestino e per limitare e regolarizzare l’assorbimento dei grassi e degli zuccheri, è in certuni casi necessario seguire una dieta povera di scorie.
Questo si rende indispensabile nel caso di chi soffre di morbo di Crohn, diverticoli, meteorismo, colite ulcerosa, intestino irritabile, intolleranze alimentari o nel caso in cui ci si debba preparare per un intervento chirurgico o un esame diagnostico come la colonscopia o l’ecografia dell’addome.

La cottura degli alimenti gioca un ruolo importante, perché non deve innescare reazioni irritanti per la mucosa intestinale. Sono quindi da preferire le cotture lente come la bollitura, la cottura a pressione, al microonde e al vapore. Meglio evitare la cottura al forno ad alte temperature, la frittura e la cottura alla griglia.
Alimenti senza scorie adatti a questo tipo di dieta sono:

  • la carne magra privata delle parti fibrose.
  • La bresaola e il prosciutto crudo privo del grasso visibile.
  • Le uova.
  • Il pesce bianco.
  • Le patate lesse.
  • I formaggi freschi e poco stagionati.
  • Il latte scremato.
  • Lo yogurt bianco.
  • La pasta (fatta eccezione per quella integrale).
  • L’olio extravergine d’oliva.
  • Il miele.
  • I succhi di frutta filtrati, i centrifugati e gli estratti.

Frutta senza scorie

Come abbiamo visto, la frutta andrebbe preferibilmente evitata tutta, soprattutto quella filamentosa, o almeno privata di buccia e semi.
Sbucciare la frutta e privarla delle parti coriacee la rende più tollerabile perché si eliminano le parti che contengono gran parte delle scorie. Sono comunque preferibili i succhi di frutta e le spremute ben filtrati, i centrifugati e gli estratti, che contengono solo le sostanze benefiche della frutta.
Alcuni tipi di frutta senza scorie e ben tollerati dall’intestino sono:

  • mele (sbucciate e private di torsolo e semi).
  • Banane.
  • Albicocche.
  • Anguria.
  • Melone giallo.
  • Susine.
Sono Ottavia Bellia, fondatrice di questo blog e appassionata di cucina. Sono qui per condividere la mia esperienza nelle tecniche di conservazione degli alimenti e i miei consigli per una perfetta riuscita dei vostri piatti.
0 0 voti
Punteggio articolo
Iscriviti
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti