Cosa mangiare prima di nuotare

0
489
Risposta breve

Prima di nuotare è preferibile consumare carboidrati semplici come un piatto di pasta condito in modo leggero, legumi, yogurt e cereali o un frutto, e bere molta acqua. Meglio evitare zuccheri, alcol, cibi grassi e proteine complesse, e far passare almeno un paio d’ore dopo un pasto abbondante.

Cosa mangiare prima di nuotare

Mangiare prima di nuotare non solo non fa male, ma è fondamentale per fornire al corpo l’energia di cui ha bisogno per svolgere attività fisica.
Cosa si può mangiare per prepararsi ad una nuotata?
E’ meglio preferire i carboidrati per avere una carica di energia a lento rilascio, evitando cibi grassi, alcol e proteine complesse. Gli zuccheri, invece, andrebbero assunti solo in seguito ad un allenamento impegnativo.

- Pubblicità -

E’ comunque consigliabile far passare almeno due ore dopo un pasto abbondante, però, per dare il tempo all’organismo di digerire.
Inoltre, bere è fondamentale per reidratare l’organismo e prevenire crampi e carenze di sali minerali.
Vediamo più nello specifico cosa è consigliabile mangiare prima di nuotare a seconda del momento della giornata.

Al mattino non è consigliabile saltare la colazione. Per non nuotare appesantiti è sufficiente fare una colazione leggera: ad esempio fette biscottate con marmellata o miele e un bicchiere di latte o una spremuta d’arancia, oppure una tazza di yogurt e cereali, almeno un’ora prima di nuotare.

Nel pomeriggio è sempre bene fare uno spuntino un’ora prima di nuotare. Un frutto oppure uno yogurt vanno benissimo.

La sera, prima di nuotare, è meglio non consumare un pasto troppo abbondante ma limitarsi ad un piatto di pasta condito in modo leggero (ad esempio con del pomodoro fresco) o un piatto di legumi.

Dopo aver nuotato, invece, si può fare il pieno di energia per compensare quelle appena consumate. Come? Con un panino con salumi magri come bresaola o prosciutto crudo, due uova sode, pollo, tacchino o pesce, dei cracker con formaggio magro, un’insalata con pomodori e feta, o una banana (ricca di potassio).
E, ovviamente, bere molta acqua per reidratarsi.

 

Sono Ottavia Bellia, fondatrice di questo blog e appassionata di cucina. Sono qui per condividere la mia esperienza nelle tecniche di conservazione degli alimenti e i miei consigli per una perfetta riuscita dei vostri piatti.
0 0 voti
Punteggio articolo
Iscriviti
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti